Area Download Riservata

Corso di Perfezionamento in Protesi

Sede Operativa

Via Brera, 28/A – Milano – Italia

Il Portale Protesico by Stefano Gracis

Corso di Protesi analogica e digitale – Modulo 6

Occlusione 2 – casi complessi e interdisciplinari

  • DATA: 23-24-25 OTTOBRE 2025

  • Perché la relazione centrica è importante? Quando dovrebbe essere utilizzata?
  • Qual è la tecnica migliore per identificarla e registrarla?
  • È meglio manipolare il paziente o lasciarlo chiudere autonomamente?
  • Se un paziente con un’usura estesa deve essere riabilitato, come decidere di quanto aprire la dimensione verticale?
  • Perché preoccuparsi di proporre un movimento ortodontico a un paziente quando, spesso, si può risolvere il problema in modo protesico?
  • Cosa può realisticamente fare un ortodontista per facilitare il lavoro di un protesista?
  • Cosa bisogna sapere quando si vuole creare una collaborazione efficace e un lavoro di squadra tra un ortodontista e un odontoiatra restaurativo?
Argomenti trattati

OCCLUSIONE NELLE RIABILITAZIONI ESTESE

Ogni volta che dobbiamo realizzare protesi per i nostri pazienti, si pone il problema della posizione intermascellare in cui realizzarle: massima intercuspidazione o relazione centrica? Questo è (o dovrebbe essere!) il dilemma e questo dilemma è tanto più rilevante quanto più si estende il coinvolgimento dei denti del paziente, da pochi elementi alla riabilitazione di entrambe le arcate. Infatti, la progressiva mancanza di riferimenti affidabili a livello occlusale pone la necessità di cercare altrove le coordinate per mettere l’arcata mascellare in giusta relazione con quella mandibolare.

Vengono illustrati in dettaglio i criteri di scelta della posizione condilare e dentale più idonea per decidere quale schema e quali contatti occlusali sviluppare nelle diverse tipologie di soluzioni protesiche. Il corso si propone infatti di spiegare in termini semplici e pratici l’approccio all’integrazione occlusale dei restauri protesici, dalla singola corona alla riabilitazione completa delle due arcate, indipendentemente dal fatto che siano supportate da denti o impianti. Verrà spiegato non solo come, ma anche (e soprattutto) il perché di un approccio clinico supportato da 30 anni di esperienza clinica.

IL TRATTAMENTO DEI PAZIENTI CON USURA ESTESA 

Quando ci si trova di fronte al trattamento di pazienti con un’estesa perdita di struttura dentale dovuta ad abrasioni e/o erosioni, ci sono diversi dilemmi da chiarire: qual è la causa di questa perdita? Si tratta di abrasione, attrito o erosione? Il paziente è un bruxista? Si è persa la dimensione verticale? Quali terapie adottare? Quali materiali da restauro utilizzare? In questa parte del programma, l’istruttore illustrerà il corretto approccio clinico per sostituire la struttura dentale senza compromettere ulteriormente i denti e, allo stesso tempo, creare le condizioni per proteggere sia i denti che la riabilitazione per gli anni a venire.

IL TRATTAMENTO INTERDISCIPLINARE DEI PAZIENTI CON ESIGENZE IMPLANTARI E ORTODONTICHE

In molti pazienti parzialmente edentuli che richiedono protesi e impianti osteointegrati, è indicato un trattamento ortodontico per riposizionare i denti naturali.

Questo può essere importante per correggere le posizioni sagittali, verticali e trasversali dei denti per migliorare la funzione masticatoria, creare lo spazio necessario per ripristinare la dimensione mesio-distale delle corone e ottenere un risultato estetico soddisfacente e dall’aspetto naturalee.

Gli impianti osteointegrati, così come i mini-impianti non integrati o i dispositivi di ancoraggio temporaneo (TAD), possono essere utilizzati come ancoraggio per eseguire i movimenti ortodontici pianificati, soprattutto nei pazienti con molti denti mancanti, e per sostenere le corone temporanee nelle aree edentule. Il trattamento di questi pazienti implica una diagnosi completa, un’attenta pianificazione e un’efficiente linea di comunicazione tra l’ortodontista e il protesista.

Questa lezione illustrerà le variabili che devono essere prese in considerazione quando è necessario un trattamento combinato orto-implantare-protesico. Tra queste, verrà analizzata l’età minima che il paziente deve avere per essere candidato alla terapia implantare, sulla base delle attuali evidenze pubblicate in letteratura. Diversi casi clinici aiuteranno a dimostrare il processo decisionale.

Obiettivi del corso

AL TERMINE DEL CORSO, I PARTECIPANTI AVRANNO APPRESO

L’OCCLUSIONE  NELLE RIABILITAZIONI ESTESE

  • Le tecniche di registrazione della relazione centrica
  • Le strategie per impostare gli articolatori con valori individuali
  • Lo schema occlusale quando si eseguono riabilitazioni estese
  • Come sviluppare una guida anteriore estetica
  • Se, quando e come variare la dimensione verticale occlusale
  • Come trasferire le informazioni occlusali dal provvisorio al definitivo: il montaggio incrociato con i modelli dei provvisori
  • Quando è utile realizzare un mock-up estetico o un set-up ortoprotesico e come realizzarli

IL TRATTAMENTO DEI PAZIENTI CON USURA ESTESA

  • Come riconoscere l’eziologia dell’usura sulle faccette dentali
  • Le cause più comuni di erosione dentale
  • Come istruire i pazienti ad evitare comportamenti dannosi per i denti
  • La sequenza delle fasi terapeutiche per la riabilitazione protesica di questi pazienti
  • Il ruolo del mock-up

IL TRATTAMENTO INTERDISCIPLINARE DEI PAZIENTI CON ESIGENZE IMPLANTARI E ORTODONTICHE

  • Quando deve essere presa in considerazione la terapia ortodontica
  • I criteri per decidere se uno spazio deve essere aperto o chiuso ortodonticamente
  • I tipi di ancoraggio che possono essere utilizzati per realizzare diversi tipi di movimenti
  • L’età minima in cui un paziente può essere candidato alla terapia implantare
  • Su quali basi comunicare con l’ortodontista per definire i movimenti ortodontici preprotesici desiderati
Esercitazioni e dimostrazioni pratiche

WORKFLOW ANALOGICO

La registrazione intermascellare in relazione centrica: l’applicazione di diverse tecniche

WORKFLOW DIGITALE

Il ricorso alla registrazione digitale del movimento mandobolare a l’uso di questi dati per il settaggio dell’articolatore virtuale

Programmma di questo modulo

GIOVEDÌ 23 ottobre 2025 (10:00 – 18:30)

  • 10:00 – 10:15
    Introduzione e presentazione dei partecipanti
  • 10:10 – 11:30
    L’approccio alle riabilitazioni in relazione centrica e le strategie per lo sviluppo di una guida anteriore estetica
  • 11:30 – 13:00
    Il trattamento dei pazienti con usura dentale estesa: diagnosi e strategie terapeutiche
    Esercizio con acetati
  • 13:00 – 14:00
    LUNCH
  • 14:00 – 16:00
    Esercitazioni e dimostrazioni pratiche – Come registrare la relazione centrica con diverse tecniche
    Esercitazioni e dimostrazioni pratiche – Come registrare i movimenti escursivi individuali
  • 16:00 – 16:30
    BREAK
  • 16:30 – 18:30
    Esempi clinici di riabilitazioni costruite in relazione centrica: confronto tra flussi di lavoro analogici e digitali (Parte 1)

VENERDÌ 24 OTTOBRE 2025 (9:00-18:30)

  • 09:00 – 11:00
    Esempi clinici di riabilitazioni costruite in relazione centrica: confronto tra flussi di lavoro analogici e digitali (Parte 2)
  • 11:00 – 11:30
    COFFEE BREAK
  • 11:30 – 13:00
    Esempi clinici di riabilitazioni costruite in relazione centrica: confronto tra flussi di lavoro analogici e digitali (Parte 3)
  • 13:00 – 14:00
    LUNCH
  • 14:00 – 16:00
    Esempi clinici di riabilitazioni costruite in relazione centrica: confronto tra flussi di lavoro analogici e digitali (Parte 4)
  • 16:00 – 16:30
    BREAK
  • 16:30 – 18:30
    Il paziente virtuale: dalla scansione facciale ai movimenti reali del paziente

SABATO 25 OTTOBRE 2025 (9:00-17:00)

  • 09:00 – 11:00
    L’approccio interdisciplinare ai casi clinici orto-protesici quando sono contemplati gli impianti (Parte 1)
  • 11:00 – 11:30
    COFFEE BREAK
  • 11:30 – 13:00
    L’approccio interdisciplinare ai casi clinici orto-protesici quando sono contemplati gli impianti (Parte 2)
  • 13:00 – 14:00
    LUNCH
  • 14:00 – 17:00
    L’approccio interdisciplinare ai casi clinici orto-protesici quando sono contemplati gli impianti (Parte 3)
  • 17:00
    Osservazioni conclusive
Costi
  QUESTO MODULO PERCORSO COMPLETO DI 4 o 6 MODULI*
Odontoiatra € 2.400,00 + IVA € 13.000,00 + IVA per tutti i sei moduli
(invece di € 14.400,00 + IVA)
Neolaureato under 30 € 2.100,00 + IVA € 11.000,00 + IVA per tutti i sei moduli
(invece di € 12.600,00 + IVA)
Odontotecnico € 1.200,00 + IVA € 4.400,00 + IVA per quattro moduli
(invece di € 4.800,00 + IVA)
Ortodontista € 1.200,00 + IVA  

* Odontoiatra: il percorso completo prevede la frequenza dei moduli 1-2-3-4-5-6
* Odontotecnico: il percorso completo prevede la frequenza dei moduli 3-4-5-6
Le quote includono i lunch e i coffee break delle tre giornate.

Info riassuntive

Relatori


Dott. Appiani , Dott. Gracis e Dott. De Franco


Durata

1 incontro di 3 giornate


Date

23-24-25 Ottobre 2025


Orari

Giovedì: 10:00-13:00  14:00-18:30

Venerdì: 9:00-13:00  14:00-18:30

Sabato:  9:00-12:30  13:30-17:00


Sede

Dentalbrera  Via Brera, 28/a  Milano


A chi è rivolto

Clinici e Tecnici


Costo

Odontoiatri: €. 2.400 (+IVA)
Offerta per neolaureati under 30: €. 2.100 (+IVA)
Odontotecnici: € 1.200 (+ IVA)


Crediti ECM

Richiesti (solo per il percorso didattico completo di 6 moduli)


Pagamenti

Tramite bonifico bancario a:
Dentalbrera S.r.l – Banca di Asti – Agenzia di Milano
IBAN: IT06J0608501600000000023126

Questo modulo deve essere saldato entro e non oltre il 23/09/2025.
In caso di mancato ricevimento della quota di partecipazione, si renderà disponibile il posto.

Prenota Ora

Prenota ora! La tua prenotazione non è impegnativa, ma ci consente di organizzare le presenze ai corsi. Sarai ricontattato dalla nostra segreteria per i dettagli.

    FAI CRESCERE IL TUO TEAM CLINICO-ODONTOTECNICO 

    Gli argomenti discussi in questo modulo sono di pertinenza sia del clinico che dell’odontotecnico ed è perciò aperto ad ambedue i componenti del team.