Sulle pubblicazioni Quintessenza e Acme Edizioni, gli iscritti al Portale Dentalbrera possono usufruire di uno sconto d’acquisto del 20%. 

 Di seguito trovi le schede sintetiche dei volumi consigliati da Dentalbrera.

 

QPNew-copia 

 

 

Tel. 02-93180821
info@quintessenzaedizioni.it
www.quintessenzaedizioni.com

N.B.: Lo sconto del 20% è applicabile  esclusivamente per ordini effettuati direttamente a Quintessenza Edizioni e non attraverso la rete di agenti e/o rivenditori.

Contattando Quintessenza rivolgersi esclusivamente alla Sig.ra Marta Vergani.

marchio-171x159 

 

 

tel. 0761-228317
info@edizioniacme.it
http://edizioniacme.it/

N.B.: Lo sconto del 20% verrà applicato su tutte le opere pubblicate dalla società Acme, NON a quelle che, pur presenti nel catalogo libri Acme siano pubblicate da altri editori.

analisipiccolo

 

 

 

 

Mauro Fradeani
La riabilitazione estetica in protesi fissa - Estetica e Precisione - Vol. 1
Quintessenza Edizioni, 2004

Principi elementari unanimemente riconosciuti consentono di esprimere un giudizio su quanto viene comunemente ritenuto bello. Lo sguardo ed il sorriso determinano forza e qualità espressive di ognuno di noi, poiché rappresentano forme di comunicazione non verbale in grado di testimoniare: gioia, amicizia, generosità, approvazione. Scopo di questo testo è la razionalizzazione dei parametri estetici, la cui analisi viene facilitata dalla compilazione di un’apposita cartella estetica che, sviluppandosi parallelamente ai sei Capitoli del Volume, permette un approccio sistematico attraverso l’analisi facciale, dento-labiale, fonetica, dentale e gengivale. I suggerimenti forniti per ogni singolo parametro, nelle considerazioni ed applicazioni protesiche, costituiscono un’ulteriore guida alla formulazione di un piano di trattamento il più possibile personalizzato sulla base della situazione clinica del paziente, la quale, spesso, richiede un trattamento multidisciplinare ed il coinvolgimento di altre branche dell’odontoiatria. Questo tipo di approccio clinico consente di integrare idealmente la riabilitazione protesica dal punto di vista sia biologico che funzionale e, abbinato all’applicazione dei principi estetici, permette di restituire al paziente la piacevolezza del sorriso, non certamente raggiungibile facendo ricorso soltanto alla propria esperienza o al proprio intuito.

Implantologiapiccolo

 

 

 


Matteo Capelli e Tiziano Testori
Implantologia
Acme Edizioni, 2012

Questo libro raccoglie in una sequenza didattica tutte le fasi della chirurgia implantare, dalla diagnosi al follow-up postchirurgico, offrendo utili consigli operativi ed evidenziando il grado di rischio e di difficoltà di ciascuna fase. Il capitolo di apertura “La determinazione del rischio in chirurgia implantare” presenta il rischio come comune denominatore dell’intero piano di trattamento chirurgico etraccia la linea che caratterizza il resto del libro. Nel testo viene esposta in dettaglio ogni fase del piano di trattamento, dalla diagnosi del sito implantare, allo strumentario necessario, all’approccio chirurgico ed incisioni ottimali, fino alla sutura ed alle fasi finali. Questo libro è davvero contemporaneo, esaustivo, olistico e pratico. È un testo che si può consultare continuamente come riferimento, guida e fonte d’ispirazione.

tratprotesicopiccolo 

 

 



Mauro Fradeani e Giancarlo Balducci
La riabilitazione estetica in protesi fissa - Estetica e Precisione - Vol. 2
Quintessenza Edizioni, 2007

L’applicazione di una sistematica collaudata e sperimentata nel corso degli anni costituisce, soprattutto nel caso di riabilitazioni estese, un mezzo indispensabile per il raggiungimento di un risultato ottimale, sia sotto il profilo estetico sia biologico e funzionale. In quest’ottica, dopo il ricorso alla complicanza della scheda estetica (ampiamente illustrata nel primo volume, si inserisce la scheda per il laboratorio, uno strumento funzionale quanto indispensabile per comunicare con l’odontotecnico in maniera esauriente ed efficace. La sua scrupolosa compilazione permetterà al clinico di specificare distintamente qualsiasi richiesta e modifica, in modo da realizzare una ceratura diagnostica e un provvisorio adeguati. Una volta ottenuta la sua perfetta integrazione, la sistematica proposta permette di replicare fedelmente il provvisorio nella riabilitazione definitiva che, grazie all’ampia gamma di tecniche e materiali da restauro attualmente disponibili, risulterà in tal modo idealmente integrata. Questo percorso si sviluppa in una serie di passaggi, sia clinici, sia estetici, che abbiamo cercato di illustrare nel modo più completo ed esauriente possibile, grazie anche ai disegni e agli schemi riepilogativi predisposti per riassumere in maniera esemplificativa quanto spiegato nel testo.

Per questo volume offerta speciale riservata ai DBA:
200,00 euro invece di 280,00

 

restauripiccolo

 

 

 

 

Pascal Magne e Urs Belser
Restauri adesivi in ceramica dei denti anteriori
Quintessenza Edizioni, 2009

Nuovi concetti nell’ambito della biomimetica forniscono la possibilità di restaurare l’integrità biomeccanica, strutturale ed estetica dei denti. Nuove tecniche di adesione e innovativi disegni di faccette costituiscono gli straordinari esempi di questo nuovo approccio al restauro dentale. Le indicazioni per l’adesione della ceramica si sono estese a situazioni sempre più gravi quali incisivi con la corona fratturata e denti devitalizzati. Ne sono derivati miglioramenti considerevoli sia nell’ambito medico biologico che in quello socioeconomico: si conserva più tessuto sano, si mantiene la vitalità dentale e il trattamento è meno costoso della più invasiva protesi tradizionale. Le faccette adesive in ceramica offrono una nuova soluzione restaurativa in grado di compensare le esigenze funzionali ed estetiche dei denti anteriori. L’ottima rigidità della ceramica, le sue ideali caratteristiche superficiali e la resistenza biomeccanica ottenuta mediante un’adesione estremamente efficace permettono alla corona dentale nella sua interezza di sostenere la funzione incisale e masticatoria. Allo stesso tempo, gli effetti ottici interni al dente e le caratteristiche della ceramica fanno di questo approccio restaurativo il non plus ultra nel soddisfare i requisiti estetici, sia per il professionista che per il paziente.

 

dentalpiccolo







Christoph Hammerle
Dental ceramics
Quintessenza Edizioni, 2008

Contemporary dental materials make high-quality ceramic restoration predictable, even in prosthetically and esthetically challenging cases. This practical compendium reviews the state-of-the-art materials and technologies of modern cosmetic dentistry. The physical properties and characteristics of current materials are outlined, as are clinical indications for their use in veneers, single crowns, fixed partial dentures, and implant-supported restorations. The authors also address esthetics-related subjects, such as the restoration of nonvital abutment teeth and the latest bleaching techniques. Offering step-by-step instructions accompanying numerous illustrations, this concise text is a an invaluable resource for daily clinical practice.

 
esteticaeprecisione





 


Domenico Massironi e Romeo Pascetta
Estetica e precisione
Quintessenza Edizioni, 2004

Il testo è il frutto della collaborazione tra un clinico e due odontotecnici. I contenuti e le tematiche svolti interessano la protesi fissa nei suoi innumerevoli e complessi passaggi e dove l'analisi e la realizzazione delle procedure prevedono l'uso dello stereomicroscopio, allo scopo di migliorare l'operatività in genere e ridurre così i possibili errori umani. Secondo gli autori, infatti, la lavorazione e l'analisi sotto ingrandimento sono le condizioni necessarie per ottenere il controllo del dettaglio e dei materiali impiegati nella realizzazione dei manufatti protesici. La precisione, intesa come minor imprecisione possibile, ma soprattutto come accuratezza in tutte le fasi operative, rappresenta un importante obiettivo, perseguibile solo standardizzando costantemente e quotidianamente tutti i passaggi sia clinici che di laboratorio. Tutte le fasi cliniche e di laboratorio inerenti gli aspetti di estetica e di precisione, che gli autori prediligono, sono analizzati nel rispetto dell'evidenza scientifica, ma in un contesto clinico ed eminentemente pratico, fornendo suggerimenti e strumenti che possono essere di valido aiuto agli operatori del settore per risolvere gli innumerevoli problemi di carattere protesico restaurativo nella pratica quotidiana.

 
aestheticpic 

 

 

 

 

Dennis Tarnow, Stephen Chu, Jason Kim
Aesthetic restorative Dentistry
Montage Media, 2008

In one resource, the world's leading educators in the field provide detailed instruction in key aspects of aesthetic and restorative dentistry. Exploring a wide array of clinical concepts and approaches through more than 1,000 color photographs, diagrams, and illustrations, this book demonstrates best practices and new innovations in a concise, easy-to-read format. Covering both fundamental procedures and advanced techniques, this book is ideally suited for readers of all skill levels.

 

cohenmedpiccolo 

 

 

 


Michael Cohen
Pianificazione interdisciplinare del trattamento
Quintessenza Edizioni, 2009

I piani di trattamento sono suddivisi in tre parti seguendo l’impostazione del Seattle Study Club Journal. La prima parte, intitolata “Pianificazione del trattamento clinico”, include tutte le informazioni diagnostiche necessarie al lettore per elaborare il piano di trattamento. Quindi, il lettore è invitato a soffermarsi sul piano di trattamento del caso presentato. La sessione seguente, “Piano di trattamento proposto”, presenta la sequenza di trattamento sviluppata dai clinici e dal paziente. Infine, il “Trattamento clinico attivo” contiene la relazione completa di tutti i trattamenti, accompagnata da immagini e radiografie pre e post-trattamento. Alla fine dei capitoli ne è stato aggiunto uno che non segue l’impostazione degli altri. Scritto dal dott. Neil Starr, questo capitolo riassume la filosofia essenziale del libro per quanto riguarda la pianificazione del trattamento completo e si intitola: “Un approccio completo al trattamento con e senza impianti endossei”. Ogni capitolo di questo volume è come un’entità a se, ma in realtà riflette un approccio didattico “circolare”: in genere un lettore si attende di leggere un libro dall’inizio alla fine, mentre invece ogni capitolo di questo volume può essere letto indipendentemente dagli altri. Ciononostante, è solo dopo aver letto e riflettuto su tutti i capitoli che il lettore si sarà dato una prospettiva più generale della pianificazione dei casi e inizierà a elaborare una filosofia di approccio alla cura più aperta e globale.

 

fixedpiccolo 

 

 

 


H.W. Ansel Wiskott
Fixed prosthodontics
Quintessenza Edizioni, 2011

Written with the dental student in mind, this textbook presents a methodical and scientifically based approach to restorative dentistry using fixed prosthodontics. In addition to a comprehensive overview of the clinical concepts of fixed prosthodontics, the author supplies the interdisciplinary context for related basic sciences as well as the clinical fields of periodontics, orthodontics, operative dentistry, and implant dentistry. Once the scientific background is established, the text guides the reader, chapter by chapter, through the process of providing reliable treatment, and the accompanying illustrations depict common clinical situations and recommended treatment options to clarify the essential principles of fixed prosthodontics. By addressing the strategic, operational, and technical aspects of prosthetic dentistry, the author outlines the clinical steps of restorative dentistry and simplifies the complex concepts that students struggle with in the early phases of professional development.

 

cohenduemini 

 

 

 


Michael Cohen
Interdisciplinary treatment planning Vol.2
Quintessenza Edizioni, 2012

This extraordinary book is an offshoot of the Seattle Study Club, a popular continuing education group with hundreds of chapters throughout the US and Canada. Based on the proposition that specific treatments and techniques come and go but comprehensive treatment planning is universal and timeless, this group unites clinicians of all levels and from all disciplines, challenging them to master the principles of total case management through interdisciplinary treatment-planning exercises. In keeping with that philosophy, this book articulates the seemingly mystical process by which master clinicians treatment plan their own cases. In the first part of each chapter, 17 of the world’s most prominent and respected clinicians candidly share the key principles that guide and inform their case-planning decisions and show stunning photographs from their cases. In the second part of their chapter, these contributors present the complete diagnostic facts and findings of one of their own cases and invite the reader to treatment plan the case. Applying the principles espoused in part one, the author then presents his/her own treatment plan and the actual treatment that was rendered along with large, full-color treatment and postreatment images and radiographs. Because the authors represent every specialty in dentistry—periodontology, orthodontics, prosthodontics, endodontics, and oral and maxillofacial surgery—this outstanding and innovative book demonstrates comprehensive treatment-planning principles from the perspective of every clinician.

 

masteringpiccolo 

 

 

 


Wolfgang Bengel
Mastering digital dental photography
Quintessenza Edizioni, 2006

For many clinicians, digital technology holds the promise of simplifying the taking and archiving of photographs, but making the transition from conventional to digital photography can be a daunting task, and it also raises some concerns. How do I select the right camera? Will I lose anything in image quality? How much space will I need for storage? Mastering Digital Dental Photography was written expressly for those who wonder whether they can achieve the high quality they associate with conventional photography while taking advantage of the convenience offered by digital technology. The author, who has been teaching dental photography for the past 20 years, explains everything you need to know to step smoothly into the world of digital photography, whether or not you possess any knowledge of conventional techniques. Readers are guided through the practical steps of taking intraoral, object, and portrait photographs, editing and archiving their images, and importing them into presentations. All those who wish to avoid the pitfalls of buying software and equipment to take high-quality digital dental photographs will want to read this book.

 

CconceptsTemporomandisManfredini 

 

 

 


Daniele Manfredini
Current concepts on temporomandibular disorders
Quintessenza Edizioni

L’opera riassume lo stato dell’arte sui disordini temporomandibolari (TMD) e annovera contributi di oltre 40 esperti di fama internazionale. Del resto, le questioni legate all’eziologia, diagnosi e gestione di questi disturbi chiamano in campo alcuni dei settori più intriganti dell’odontoiatria contemporanea. I vecchi paradigmi che attribuivano la comparsa dei sintomi di TMD a presunte anomalie di occlusione dentale, suggerendo la necessità di terapie occlusali per il trattamento dei pazienti, sono stati progressivamente contestati dalla letteratura scientifica. Nel corso degli anni, poi, l’esperienza clinica ha portato sempre più a suggerire che i disordini temporomandibolari siano una delle principali cause di dolore oro-facciale che richiede un approccio interdisciplinare globale. La letteratura scientifica più accreditata supporta inoltre l'abbandono di approcci biomeccanici e strumentali per la diagnosi e la gestione di TMD, a favore di una valutazione biopsicosociale a più ampio respiro. Fare una diagnosi differenziata rispetto ad altre tipologie di dolore orofacciale, allo scopo di individuare i soggetti a rischio di dolori cronici, presenta tuttora non poche difficoltà, senza contare che TMD continua ad essere considerata da molti come una patologia correlata ai problemi di occlusione. Sulla base di queste e altre premesse, il testo è stato costruito con un’impostazione clinica: vengono descritte tutte le procedure diagnostiche e di gestione, con una duplice attenzione al loro significato clinico e alle evidenze che le supportano, fornendo così una guida utile per il processo decisionale e di pianificazione del trattamento. Tale approccio rende il libro strumento indispensabile per praticanti specialisti e non specialisti, così come per gli studenti di odontoiatria alla ricerca di una più profonda comprensione dei concetti oggi più accreditati in tema di TMD.

 

Facepiccolo 

 

 



Ralf J.Radiansky e Karl H.Wesker
The face
Quintessenza Edizioni

Tutte le discipline chirurgiche che si occupano del volto umano devono poter contare su una conoscenza esatta dell’elevata complessità dei rapporti topografici-anatomici. Questo libro è caratterizzato da elaborate illustrazioni composite create in strati, partendo dallo scheletro e arrivando progressivamente alla superficie della pelle. Il prodotto finale è costituito da immagini anatomiche tridimensionali di grande chiarezza e stupefacente bellezza. I dettagli anatomici più significativi e i gruppi clinicamente rilevanti di nervi e vasi sanguigni sono l'obiettivo primario di ogni serie di immagini per dare all’atlante rilevanza clinica. Il testo e le didascalie delle figure enfatizzano i punti chiave, ma l'attenzione è sempre sulle immagini vivide anatomiche.

 

fotografareodontoiatriapiccolo 

 

 



Pasquale Loiacono e Luca Pascoletti
Fotografare in odontoiatria
Quintessenza Edizioni, 2010

Le motivazioni degli autori per la realizzazione di questo manuale di fotografia per gli odontoiatri sono le seguenti: “Innanzitutto perché amiamo e crediamo fortissimamente nella fotografia come mezzo fondamentale per la nostra evoluzione professionale, perché ci permette di verificare quotidianamente la nostra curva di apprendimento e di relazionarci positivamente con i pazienti e tutti i colleghi. L’amore per la fotografia, unito a quello per il nostro stupendo lavoro, ci ha sempre portato a sorprenderci per il fatto di osservare come tanti valenti professionisti non riescano, o pensino, di non poter ottenere foto adeguate alla qualità del proprio lavoro. Tale erroneo convincimento fa venire meno l’opportunità di farsi apprezzare presso una platea più vasta o, più semplicemente, di registrare il proprio percorso professionale. La seconda fondamentale motivazione è la constatazione che attualmente l’approccio alla fotografia odontoiatrica è privo di protocolli standardizzati o regole condivise universalmente, come avviene normalmente in ogni altra nostra disciplina odontoiatrica. Molti colleghi si rivolgono a fotografi generici per ottenere informazioni o insegnamenti su come effettuare le foto di interesse odontoiatrico, ma le risposte sono spesso generiche, non esaustive ed esaurienti, più spesso frutto di interessi strettamente commerciali, e raramente conseguenza di un rigoroso ragionamento scientifico. Pensiamo che ogni odontoiatra possa acquisire velocemente i rudimenti per ottenere fotografie più che dignitose e, con poco impegno in più, anche ottime fotografie. Il vero problema è che sono pochi i libri, moderni e completi, pensati e scritti da odontoiatri per gli odontoiatri. Poiché crediamo che nessuno più di un “addetto ai lavori” possa conoscere le reali problematiche quotidiane che si incontrano nella professione, abbiamo voluto mettere a disposizione di tutti le nostre conoscenze.”

 

 

INDIETRO